tendenze abbigliamento uomo 2016Lotta per la parità dei diritti, è questo quello che chiede l’uomo della nuova collezione moda autunno/inverno 2016. Attraverso i suoi modelli, quello che è ben visibile da questa collezione è una progressiva tendenza verso il cosiddetto gender bender, ovvero la necessità di uscire fuori dai comuni schemi e dai modelli di abbigliamento legati ad una precisa definizione di uomo e donna, per avvicinarsi via via verso una identità di genere che è realmente mistura dei due mondi. Superata dunque la differenza di genere, quel che resta e quello che risalta è cercare di focalizzarsi su aspetti prettamente unisex. La moda inneggia all’importanza di essere semplicemente esseri umani, senza distinzioni. Nel particolare, analizziamo le cinque tendenze per quello che concerne l’abbigliamento maschile per l’autunno e per l’inverno 2016.

I pantaloni in pelle. I pantaloni sono super skinny e rivisitati in chiave glam rock, come proposto da Saint Laurent, in un delizioso abbinamento con maglioncino e cappotto realizzato in montone; in alternativa, è possibile optare per pantaloni larghi, in modello tuta con coulisse alla vita, come proposto dall’italiano Giorgio Armani, in abbinamento ad una giacca sartoriale dalla ricercata lavorazione di stampo italiano. Nel ben mezzo di questi estremi troviamo poi sfumature di attillatezza, come consigliato dai pantaloni a sigaretta di Cavalli o dal modello boho della stessa casa sartoriale.

La pelliccia. La pelliccia proposta per il guardaroba maschile viene presentata per questa stagione sia nella sua versione wild, dalla lunghezza sconsiderata e pelosissima, come proposta da Paul Smith e da Dsquared2, sia nella versione più ricercata e chic di Valentino e di Louis Vuitton.

La sciarpa. La sciarpa per l’uomo che rappresenta le collezioni autunno/inverno 2016 è realizzata in ogni forma e grandezza: è possibile scegliere dunque tra il modello sottile della fusciacca di seta, come quella che cinge i modelli Saint Laurent, o il modello maxi consigliati da Missoni e Salvatore Ferragamo. Ma la trovata chic è sicuramente quella avanzata da Bottega Veneta, che propone una sciarpa modello cravatta.

La spilla. Questo oggetto torna davvero alla ribalta, richiamando battaglie politiche e sociali. Si consigliano quelle spiritose di MSGM o quelle floreali di Dior.

La tuta. Si tratta di un classico intramontabile, un indumento che non deve mai mancare nel guardaroba maschile. Non a caso, si tratta dell’indumento principe dell’uguaglianza del genere, che rende tutti uguali, senza nessuna distinzione.